Scegliere il pavimento per la casa

La scelta del pavimento nell’allestimento di un ambiente interno domestico è fondamentale. Spesso si tende a pensare che per migliorare o rendere piacevole l’atmosfera di una casa o di un qualsiasi interno occorra pensare all’arredamento o alla disposizione delle stanze.

pavimento casa

Benchè ciò sia in parte vero, la prima delle cose a cui bisogna prestare attenzione è, invece, la scelta dei materiali e, in particolare, la scelta dei rivestimenti per gli elementi basici del nostro ambiente: le pareti e i solai.

E se la tinteggiatura alle pareti è un qualcosa di relativamente provvisorio, nel senso che ogni tot anni dobbiamo ridipingere le nostre stanze e possiamo, eventualmente, cambiare colore, al contrario quella dei pavimenti è una scelta più impegnativa e meno reversibile, dato che sostituire un rivestimento è un lavoro più complesso e costoso.

Occorre dunque scegliere il pavimento con molta attenzione, affidandosi ai consigli di un architetto, o informandosi al bene riguardo le caratteristiche estetiche, materiche e funzionali di ogni tipologia di rivestimento.

I consigli di un architetto servono, in questo caso, ad evitare facili condizionamenti, o a innamorarsi di materiali “seduttivi” e piacevoli da guardare, ma che poi non si prestano a garantire una buona durata o che possono facilmente stancare gli occhi e il gusto.

Altro rischio a cui prestare attenzione è quello di lasciarsi condizionare dagli arredi: scegliere un pavimento in base ai mobili che stiamo comprando, significa poi vincolarsi e dover cambiare pavimento una volta che i mobili sono invecchiati o ci hanno stufato. Occorre dunque scegliere il nostro rivestimento come fosse una base neutra, un fondo che può dialogare in maniera ottimale con tutti gli stili e i toni che possiamo attribuire alla nostra casa, e allo stesso tempo capace di garantire una buona tenuta e una resistenza prolungata nel tempo.

Pavimento in gres con effetto legno o marmo

Il gres è uno dei materiali più impiegati per il rivestimento dei pavimenti.

Queste piastrelle in ceramica presentano un evidente vantaggio nella praticità ,essendo estremamente facili da pulire, difficili da rovinare e capaci di mantenersi nel tempo senza trattamenti o lavorazioni specifiche.

A far da contrappeso a questi vantaggi intervengono però degli aspetti che fanno preferire al gres altro tipo di materiali: l’effetto estetico, tattile e visivo di materiali di pregio come il legno e il marmo è sicuramente preferibile a quello del gres.

Si trovano in commercio, tuttavia, delle tipologie di gres capaci di azzerare questo tipo di differenza e che si presentano, all’aspetto, praticamente identici a pavimenti in legno o in marmo.

Esistono infatti oggi delle tecnologie avanzate che simulano perfettamente la somiglianza ad altri materiali, e sarà dunque possibile ottenere l’immagine di un pavimento in marmo o in legno comprando un rivestimento in gres, con notevoli vantaggi di prezzo e di resistenza.

Chiaramente vi sono delle differenze che tuttavia sussistono tra l’impiego di un gres e quello, ad esempio, di un pavimento in legno. Se l’effetto visivo può essere praticamente identico, la sensazione tattile si presenta differente e, nel caso del gres, difficilmente si può assimilare a quella del legno.

Occorre dunque prestare molta attenzione a questo aspetto e, nel momento in cui si decide di comprare questo tipo di rivestimento, è consigliabile “provare” questo di materiale e capire se ci piace, non solo alla vista, ma anche al tatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *