Perché acquistare un caminetto elettrico

Il motivo principale che spinge ad acquistare un caminetto elettrico è il desiderio di aver un bel complemento d’arredo, che sia anche funzionale. Per altri, è un modo per avere un piccolo impianto di riscaldamento trasportabile da una stanza all’altra. Qualsiasi sia il motivo, è sempre meglio ragionare sull’acquisto che si va a fare.

caminetto elettrico

La scelta del caminetto elettrico

Come accennato, solitamente, chi acquista un caminetto elettrico fa una scelta d’arredo.

Il camino fa atmosfera, perciò il caminetto elettrico è un modo per ricreare questa calda atmosfera, grazie al suo effetto fiamma.

Se si ha intenzione di acquistare un impianto economico che abbia la sola funzione di riscaldare, il caminetto elettrico non è la scelta migliore. Esso, infatti, ha una rendimento di calore inferiore a quello del camino a legna tradizionale. Si tratta sì di un apparecchio economico, ma per scaldare seriamente il consumo di energia sarebbe elevato. È adatto, dunque, a un consumo limitato.

Ci sono, tuttavia, anche dei vantaggi pratici derivati dall’acquisto di un impianto simile.

Innanzitutto, la facilità di installazione: non c’è bisogno di tecnici, basta solo collegare l’apparecchio alla corrente.

Per le stesse ragioni, può essere installato in qualsiasi stanza e trasportato facilmente.

Poi, questo camino non sporca e non emette fumi, perché non c’è combustione; per lo stesso motivo, non è necessaria la canna fumaria, non sempre presente nelle abitazioni. Poi, non emana cattivi odori e non annerisce le pareti, tutti problemi causati dai camini a legna tradizionali.

Grazie al funzionamento elettrico, questi caminetti irradiano velocemente calore e altrettanto velocemente si raffreddano, una volta spenti.

I modelli più evoluti, infine,  sono dotati di termoconvettore, termostato e di una funzione di ionizzazione, che migliora la qualità dell’aria della stanza.

 

Quale caminetto elettrico acquistare

Non è difficile trovare il caminetto elettrico più adatto alle proprie esigenze, in quanto sul mercato c’è una vastissima offerta di modelli.

Varie sono le dimensioni e i design, dal classico al moderno; alcuni sono componibili, altri sono personalizzabili. Si possono scegliere da parete, da pavimento o ad angolo. Possono essere rivestiti in acciaio o in MDF.

Insomma, esiste un camino elettrico per ognuno, però sono da valutare anche le caratteristiche tecniche dell’apparecchio e non solo quelle estetiche.

Tra le funzioni, sono molto utili il termostato e lo ionizzatore.

Il termostato ha un funzionamento molto semplice: l’apparecchio si accende o si spegne quando la temperatura registrata è inferiore o superiore a una certa soglia, impostata con il termostato.

Questi parametri possono venire settati con comandi manuali, telecomandi o sistemi di touch control. Quest’ultimo sistema appartiene ai camini elettrici di fascia più alta ed è posizionato sul vetro protettivo anteriore. Basta sfiorare il pannello per attivare le funzioni e regolare tutti i parametri, come l’intensità dell’effetto fiamma e la temperatura.

Sebbene il touch control sia un sistema all’avanguardia, molto comodo è l’uso del telecomando per settare i parametri anche da una certa distanza. Pensando che solitamente questi camini vengono collocati in salotto, è una bella comodità regolare la temperatura direttamente dal divano.

L’altra interessante funzione è lo ionizzatore, che fa emettere al camino ioni negativi che hanno effetti benefici sulla salute, perché purificano l’aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *