Dal caminetto a legna al caminetto elettrico

L’evoluzione del tradizionale camino a legna è il caminetto elettrico.
Più moderni e più funzionali, i caminetti elettrici si stanno pian piano diffondendo nelle case degli italiani; in particolare in quelle in cui non è possibile installare un vero camino a legna, per vari motivi.

caminetto elettrico

Il caminetto elettrico: tipologie

A differenza dei suoi antenati a legna, i camini elettrici non hanno bisogno di una canna fumaria, in quanto non bruciano legna. Nonostante ciò, essi generano un effetto fiamma, del tutto simile alle fiamme dei camini tradizionali.

Questo effetto è ottenuto grazie a un complesso sistema di luci a intermittenza o di luci a fibra ottica. Queste luci sono poste dietro un pannello anteriore e sono programmate elettronicamente per simulare il movimento delle vere fiamme.

Esistono caminetti elettrici da pavimento, da parete, bracieri elettrici ed effetti fiamma elettrici indipendenti.

I primi due sono quelli più somiglianti a dei veri camini e si possono acquistare in stili e colori diversi.

Il braciere elettrico, invece, ha una struttura più piccola, simile a un braciere vero con carboni ardenti.

Oltre all’effetto fiamma, questi sono dotati di funzione riscaldante.

Sono privi di poter calorifero gli effetti fiamma elettrici indipendenti, per il resto del tutto simili ai bracieri elettrici. Questi hanno la sola funzione di complemento d’arredo.

 

Forma e funzioni del caminetto elettrico

Per rassomigliare il più possibile a un camino a legna, il caminetto elettrico fa largo uso di un materiale derivato dal legno, l’MDF.

Il Medium Density Fibreboard è composto da fibre di betulla, essiccate e incollate per formare dei pannelli di varie dimensioni e spessori. Sono pannelli flessibili, che possono essere rivestiti a piacimento.

Con questo materiale si costruisce l’intera struttura del camino elettrico, fino alle rifiniture e alle cornici.

Facilmente colorabile, l’MDF è anche molto resistente. Interessante notare che questo legno può essere colorato e decorato come si preferisce, al punto che esso finisce ad assomigliare ad altri materiali. Ad esempio, non è difficile verniciarlo in modo che sembri marmo, materiale di cui sono fatti alcuni eleganti camini tradizionali.

Questo materiale è anche piuttosto eco compatibile, in quanto la sua lavorazione non comporta scarti di legno, ma viene usato l’intero ceppo dell’albero.

Passando al funzionamento, il caminetto elettrico funziona a corrente elettrica, quindi, basta una presa per installarlo. Inoltre, grazie anche alla leggerezza della struttura, si può facilmente spostarlo da un punto a un altro.

La funzione di riscaldamento viene attivata grazie a due resistenze da 1000 watt ciascuna. In alcuni modelli, questa funzione può essere attivata senza l’effetto fiamma, in altri, invece, le due cose non sono separabili.

Grazie alla grande varietà di modelli e di dimensioni, i caminetti elettrici possono essere collocati ovunque, basta che sia presente una presa elettrica.

Si può scegliere la rifinitura che meglio si adatta all’arredamento; inoltre, si può acquistare un modello ad angolo oppure a colonna.

A differenza del camino tradizionale, statico e non modificabile, il caminetto elettrico è facilmente trasportabile e offre una vasta gamma di modelli che si adattano ai vari stili di arredamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *