Consigli per apparecchiare la tavola a Natale

Per apparecchiare al meglio la tavola natalizia, l’idea migliore è quella di seguire le regole basilari del galateo. Come qualsiasi tavola, anche quella di Natale non fa eccezioni: se la si vuole perfettamente allestita, è impossibile prescindere da taluni criteri e accorgimenti. Vediamo qui quali sono i principali elementi che non devono mai mancare e come bisogna disporli.

tavola di Natale

Idee per imbandire la tavola di Natale

Per creare un’impeccabile tavola natalizia, non possono mancare segnaposto e centrotavola a tema. Il centrotavola, oltre che essere ispirato al Natale, non dev’essere troppo alto: lo scopo dello stare tutti insieme è quello di poter parlare guardandosi in viso, per cui bisogna evitare di mettere in tavola qualsiasi oggetto che possa impedirlo.

Lo scopo di un centrotavola è quello di decorare la tavola, non di impedire ai commensali di interagire tra di loro, per cui va scelto basso. Centrotavola adatti al Natale possono essere cestini ricolmi di fiori o di piante tipici del periodo, meglio se finti perché il loro eventuale profumo potrebbe dare fastidio a chi mangia.

Ideali sono quei centrotavola che fungono anche da portacandele: riescono a creare un’atmosfera e un effetto molto intimi. Anche le famose ghirlande, che di solito si appendono alla porta d’ingresso, possono essere trasformate in centrotavola, magari addobbate con agrifoglio o pigne e palline di vario colore.

Proprio come il centrotavola, anche i segnaposto devono essere in tema natalizio e in questo caso tanti sono i modelli tra cui scegliere, tanto che ci si potrebbero impiegare ore a scegliere quelli più creativi, originali o modaioli del momento.

Comunque lo si prenda, è importante che il segnaposto contenga il giusto spazio per scrivere i nomi degli ospiti e che non sia ingombrante a tavola. Oggi in commercio esistono tanti e diversi tipi di segnaposto, alcuni realizzati in carta, altri in legno o gesso, altri ancora sono di plastica o di ceramica.

C’è solo l’imbarazzo della scelta, e alla fine dipenderà tutto dal proprio personale gusto estetico.

Oltre a centrotavola e segnaposto, è possibile conferire un tocco in più alla tavola decorandola con altri oggetti, come dei sottopiatti colorati a tema. Altro espediente per rallegrare la tavola è quello di usare tovaglioli o la stessa tovaglia colorati, oppure all’opposto si può scegliere di apparecchiare in bianco ma con piatti e bicchieri decorati o a tema natalizio.

Che si opti per l’una o l’altra scelta, a tavola è meglio non esagerare con i colori forti e cercare di mantenersi sobri, senza strafare. È importante infatti che la tavola non sembri né troppo sguarnita né troppo piena di oggetti e di colori.

Il modo più semplice per mantenersi eleganti è quello di limitarsi a scegliere gli accessori in uno o al massimo due diversi colori, che compensino il bianco della tovaglia e dei tovaglioli, come il rosso, l’oro, il blu, l’argento o il verde. Questi colori sono poi da abbinare anche con il centrotavola e i segnaposto.

Alternativa accettata è quella di creare una tavola più informale usando non la tovaglia bianca classica ma le tovagliette all’americana.

Naturalmente anche in questo caso, le regole per cercare di creare un tutto omogeneo sono sempre le stesse e vale anche il discorso appena fatto sulla scelta dei colori e degli accessori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *