Come si usa una coperta

La coperta, uno degli indumenti che di notte ci mantiene al caldo, ha bisogno di molte cure soprattutto: nel lavaggio a secco o in lavatrice, nell’aciugatura e la conservazone sottovuoto per le stagioni successive.

coperta

Come è fatta una coperta

Abbiamo il materasso singolo per il quale si consiglia di scegliere una coperta larga e lunga 110 cm per 220 cm; quello a una piazza e mezza per il quale bisogna optare per una coperta che sia lunga e larga 180 cm per 220 cm ed infine c’è quello matrimoniale per il quale si deve scegliere una coperta che sia lunga e larga 240 cm per 220 cm. L’acquisto di una coperta va fatta considerando la grandezza del materasso.

Nel momento in cui si decide di acquistare un piumone oppure una coperta, non bisogna trascurare il lavaggio a cui segue anche la stiratura. Quando si deve lavare un tipo di coperta più particolare, come ad esempio un piumone, bisogna porre attenzione a ciò che sta scritto sull’etichetta.

Su di essa può essere  riportato che: il capo necessita di essere lavato a mano o lavato a secco. Ci alcune coperte che necessitano di essere lavate in lavatrice a determinati gradi. Le etichette riportano anche come le coperte possono essere asciugate, se bisogna utilizzare l’asciugatrice e se devono essere stirate, a quali temperature.

Non tutti i lavaggi possono essere effettuati allo stesso modo, infatti mentre per il lavaggio a secco è necessario recarsi in lavanderia, il lavaggio a mano necessita di molto più fastidio e cura.

A volte, le dimensioni della coperta possono impedirne il lavaggio a casa e di conseguenza dobbiamo affidarci anche in questo caso alla lavanderia di fiducia.

Asciugare le coperte nell’asciugatrice ci consente di non sprecar tempo e soprattutto spazio dato che, dopo il lavaggio, bisogna stenderla per farla asciugare. Il lavaggio delle coperte come dei piumoni richiede un costo abbastanza elevato per questo è consigliato lavarle una volta al mese perché, la polvere che si accumula sulle coperte è tanta.

 

Come conservare le coperte col cambio di stagione

In estate, dato che fa caldo, solitamente, non si scoprono le coperte, anche se non mancheranno le giornate più fresche che ci costringeranno a usarle.

È importante che non si eliminino completamente dagli armadi le coperte di lino o di cotone, che sono più leggere rispetto a quelle di lana.

Per quanto riguarda le coperte più pesanti dopo il lavaggio, devono essere stirati e piegati riponendoli in delle custodie plastificate con chiusure e poi posizionati in delle scatole collocate negli armadi. Per non occupare molto spazio si consiglia di conservarle in sacche sottovuoto, realizzate in plastica e dotate di un foro dal quale viene aspirata tutta l’aria presente nella sacca.

Dopo aver aspirato tutta l’aria si chiude con un tappo e la coperta è pronta per essere conservata per l’anno successivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *