Come scegliere un albero di Natale

Simbolo del Natale per eccellenza, l’albero è un classico che non può davvero mancare durante le festività. La sua sembrerebbe essere una storia legata a tante leggende diverse, perpetuate da altrettante culture diverse. Di sicuro la scelta dell’abete come albero emblema del Natale non è casuale: secondo infatti le antiche culture, questa specie di albero racchiude in sé un profondo significato, che molti ignorano. Essendo un sempreverde e resistente alle fredde temperature invernali, nell’abete gli antichi identificavano un simbolo di vita e di speranza.

albero di Natale

Come addobbare l’albero di Natale

Oggigiorno l’albero di Natale è il must nonché il best-seller delle decorazioni natalizie.

Addobbarlo è un rito che piace sia a grandi che piccini, tant’è che si cercano sempre nuovi ornamenti per renderlo più originale, ed effettivamente tanti sono i tipi di decorazioni che si possono usare.

Cercare di rinnovarlo ogni anno per non presentare ad amici e parenti sempre il “solito” albero, è un tentativo che si ripete spesso: riuscire a stupire gli ospiti con nuovi effetti, non ha prezzo.

Naturalmente la “gara degli addobbi” dipende anche da una questione di gusto personale.

 

Albero di Natale vero o finto

Cruccio di ogni famiglia legata alla tradizione è scegliere se acquistare un albero vero o finto. Per secoli la tradizione ha voluto che l’abete di Natale fosse rigorosamente vero.

E per secoli gli aghi caratteristici dei suoi rami hanno rappresentato il nemico numero uno della casa: impossibile infatti evitare che si spargano per ogni dove, e non solo intorno alla base dell’albero.

Gli aghi infatti rappresentano il grosso problema dell’abete: si attaccano facilmente ai vestiti e non è raro che possano costituire un pericolo per i bambini più piccoli che possono inghiottirli.

Nonostante si possa far uso di spray appositi per contenere la caduta degli aghi, è principalmente per risolvere questo motivo che sono nati e si sono diffusi gli alberi finti. Spesso addirittura più alti e folti di quelli veri, questi ideali sostituti rappresentano una valida alternativa per coloro che tengono alla pulizia e all’ordine in casa.

Questa scelta non sempre però può essere migliore per l’ambiente: gli alberi sintetici sono infatti prodotti utilizzando materiali che finiscono per inquinare l’ambiente sia durante la produzione che durante il trasporto e lo smaltimento. Quindi, secondo la Coldiretti, avere un albero di Natale finto in casa non sarebbe per niente una scelta saggia.

Eppure la comodità dell’abete sintetico è quella di poterlo riporre subito nel suo scatolone appena finite le feste, per poterlo riutilizzare nei prossimi  anni. Altro vantaggio è il non dovergli  prestare le attenzioni che invece richiede un albero vero.

Proprio come una normale pianta, l’albero vero ha bisogno di stare in un posto della casa che sia ben luminoso e fresco e non dev’essere trattato con prodotti chimici. Attenzione anche a far sì che la terra del suo vaso si mantenga sempre umida, e ciò implica di conseguenza che è necessario sistemare le luci a debita distanza dal vaso.

Discorso diverso va fatto per l’albero sintetico: è possibile ornarlo di tutti i tipi di addobbi possibili e immaginabili, di luci e di neve finta, e dopo l’uso può essere facilmente smontato e riposto nello sgabuzzino.

Qualsiasi sia però la scelta tra albero vero e albero finto, sarebbe una buona idea comprare alberi che siano almeno “made in Italy”, per essere sicuri della qualità dei materiali e per aiutare il nostro mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *