Come scegliere il vetro delle ante della cucina

Una delle particolari produzioni delle ante della cucina fatte a mano sono le finiture in laminato. Il laminato è un rivestimento che contiene resine fenoliche e che, di norma, viene applicato a dei pannelli in legno. Presenta delle buone caratteristiche tecniche, è igienico ma soprattutto molto resistente .

ante da cucina in vetro

Come si produce il vetro delle ante della cucina

Il laminato è uno dei materiali maggiormente funzionali: è molto semplice pulirlo, è resistente all’umidità e al calore. L’anta in laminato bordato si presenta con una forma quadrata, con le due facce in laminato e con i bordi dello stesso colore dell’anta frontale.

Questa tipologia di rifinitura consente di avere una superficie davvero elegante, ma bisogna stare attenti ed averne cura, per evitare  che si presentino degli urti o dei graffi.  Inoltre, è necessario lavare la superficie con uno strofinaccio umido e soprattutto pulito.

Non bisogna utilizzare dei detergenti che presentano l’ammoniaca poiché danneggiano la laccatura. Nelle lavorazioni moderne il vetro viene normalmente impiegato su un telaio in alluminio sottile. Una particolare soluzione di design, prevede già la maniglia incorporata nel telaio stesso.

Il vetro può essere presentato sotto diverse tonalità. Nei modelli tradizionali, il vetro può essere impiegato in un telaio in legno, rispecchiando maggiormente lo stile classico dell’abitazione. Soprattutto nello stile classico, i decori del vetro vengono realizzati sotto specifica richiesta.

Tutti i vetri utilizzati nelle cucine moderne sono dotati di  vetri temprati ossia di sicurezza. Il vetro temprato è un vetro resistente e duro.

Questo processo, che porta i vetri a diventare solidi e resistenti, avviene tramite un trattamento chiamato tempra. La tempra è un processo nel quale il vetro, sottoposto a elevate temperature, viene raffreddato all’improvviso.

Se il vetro temprato urta si fa in mille pezzi, ma è stato studiato apposta da non creare ferite nel momento in cui viene raccolto. La pulizia del vetro, infatti, avviene mediante l’impiego di sapone neutro e acqua .

L’impiego di un’acqua soprannominata “ demineralizzata” serve per evitare che si formino delle macchie calcaree; il vetro, infatti, è soggetto a rigature nel momento in cui entra in contatto con pagliette metalliche e, nel tempo, presenta un effetto meno luminoso e anti brillantezza.

Le maniglie delle ante della cucina

Quando si parla di cucina, acquisiscono un ruolo importantissimo le maniglie. Molto spesso ci si sofferma al semplice utilizzo di apertura di un’anta ma l’innovazione ha permesso di renderla accessorio fondamentale nella cucina.

Con la volontà di ridurre l’impatto estetico che la maniglia comporta, si è realizzato il cosiddetto modello  ‘soft’ attraverso cui la maniglia viene integrata nella larghezza dell’anta.

Le ante della cucina senza la maniglia corrispondono ad una scelta ben precisa poiché l’apertura delle ante avviene tramite un’apposita fessura che consente l’inserimento delle dita consentendo grande funzionalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *