Come scegliere i colori per le pareti di casa

Quando si decide di dipingere le pareti di casa, una delle scelte più importanti è quella dei colori da utilizzare. Questa decisione condizionerà in qualche modo le giornate trascorse dentro la propria abitazione, perché le tinte delle pareti sono in grado di creare atmosfere particolari che influenzano l’umore o semplicemente possono rendere più piacevole lo stare in casa.

colore parete

Colori e loro significato

Per non compiere errori, oltre a lasciarsi guidare dal proprio gusto personale, è bene fare tesoro di alcune regole sull’accostamento dei colori e di alcuni consigli dettati dall’esperienza.

Ogni colore ha delle proprietà specifiche. Oltre a soddisfare i gusti personali, i colori esprimono energie e sensazioni differenti che possono influire positivamente sul nostro benessere psichico.

Innanzitutto occorre distinguere tra colori primari, che sono il rosso, il blu, il giallo, e i colori secondari come, ad esempio, il verde, l’arancione, il viola che risultano dall’unione di due colori primari. Per ciascuno di questi colori, bisogna poi considerare che esistono diverse sfumature, dalle più forti alle più tenui, e proprio su queste si gioca per la scelta del colore della vernice da utilizzare per le pareti della casa.

Passando in rassegna i vari gruppi di colore, possiamo per prima cosa distinguere i colori caldi da quelli freddi:

– Giallo, rosso e arancione sono considerati colori caldi, perché evocano il sole, la luce, quindi stimolano delle sensazioni associate al calore. Sono considerati colori che donano vitalità, energia e gioia.

– Blu, verde e viola, al contrario, sono colori freddi. La nostra mente li associa all’oscurità, all’acqua, al cielo e alla pioggia, tutti contesti in cui predomina la freschezza, il freddo o l’inverno. Colpendo i nostri occhi, questi colori hanno la proprietà di tranquillizzare e di far apparire gli spazi più ampi di quanto non siano.

– Rosa e lilla, a rigore, dovrebbero essere considerati dei colori freddi, tuttavia, se usati nelle sfumature più tenui, hanno proprietà simili a quelle dei colori caldi e possono risultare addirittura romantici e rilassanti. Se si osa con tinte accese, come il fuxia o il rosa shocking, allora l’effetto è elettrizzante e di sicuro molto anticonformista.

– Il bianco è un colore neutro ed è anche quello più utilizzato per tinteggiare le pareti interne degli appartamenti. Dona luminosità, allarga gli spazi visivi, è elegante e non rischia di stancare con il tempo come potrebbe accadere con le tinte molto forti. Tuttavia, è piuttosto anonimo e si sporca facilmente: basta poco per formare segni e strisciate ben visibili. Un modo per rendere il bianco meno noioso è quello di giocare con degli arredi molto colorati a contrasto oppure quello di utilizzare delle sfumature di bianco come, ad esempio, il bianco panna o, ancora, scegliere delle greche colorate da applicare sopra.

 

La scelta dei colori dipende, dunque, dalla propria personalità, ma anche e soprattutto dall’ambiente da dipingere: nella zona notte saranno da prediligere i colori freddi mentre in quella giorno i colori caldi. Gli indecisi, dal canto loro, potranno sempre confidare nel classico bianco e personalizzare poi gli ambienti con accessori o particolari tecniche pittoriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *