Come preparare il letto

Elemento importante per il benessere psichico e fisico dell’organismo, il letto è diventato più che un complemento d’arredo. Quando si avvicina l’ora del riposo, è davvero essenziale poter dormire su un letto accogliente e morbido. Ecco allora alcune fasi utili per la sua preparazione.

fare il letto

Come rassettare il letto

Il letto è in realtà un elemento più complicato di quanto si pensi, perché è formato da diversi elementi. Ha una base o rete di supporto per il materasso, che è l’elemento principale e determinante per una buona e corretta dormita, insieme ai cuscini.

Il più delle volte il mobile letto presenta anche una testiera, e raramente, a meno che non si tratti di letti per bambini, è dotato anche di una pediera, biancheria e coperte infine completano l’insieme.

Tutti i letti sono composti in questo modo, che siano singoli, matrimoniali o a una piazza e mezza. Stupirà forse sapere che alle categorie della biancheria e delle coperte appartengono il coprirete, il coprimaterasso, lenzuola e copripiumini, le federe, coperte e piumini, il plaid e il copriletto.

La biancheria quindi è varia e diversificata e dev’essere cambiati almeno ogni quindici giorni durante l’inverno e ogni sette giorni durante l’estate, a causa del caldo si tende a sudare maggiormente anche di notte.

È buona abitudine poi rifare il letto ogni giorno, rispettando l’ordine e l’aspetto degli elementi di cui è costituito. Buona norma sarebbe quella di lasciarlo scoperto per un po’ e dare aria alla stanza, anche in inverno. In questo modo il letto, una volta rifatto, sarà fresco e più accogliente.

Affinché sia più confortevole, è bene che le lenzuola vengano ben tirate da ogni angolo del letto per distenderle al meglio, perché eventuali pieghe possono rendere il giaciglio meno comodo.

 

Come si prepara il letto per l’estate

Anche il modo di preparare il letto varia con le stagioni e le temperature. D’estate il letto è molto diverso da quello che si prepara d’inverno, sia nell’aspetto che negli accorgimenti che bisogna assumere per dormire un sonno tranquillo. Prima di tutto deve conservarsi fresco perché altrimenti il suo scopo rilassante verrebbe meno.

Questo implica che tutta la biancheria sarà di cotone. Il coprirete e il coprimaterasso saranno di cotone, e vanno ben stesi l’uno agli angoli della base di supporto e l’altro agli angoli del materasso. Anche le lenzuola devono essere in cotone, o in seta oppure in raso, materiali che conferiscono freschezza al tatto.

Dato che a coprire il letto estivo saranno solo le lenzuola, il primo lenzuolo bisogna spiegarlo con il lato delle cuciture rivolto verso l’interno e fissarlo bene al di sotto del materasso, mentre al di sopra sarà ricoperto a sua volta da un altro lenzuolo.

Anche se si tratta della stagione estiva, è possibile che le temperature obblighino a ricorrere all’uso sporadico di una leggera coperta di cotone o anche a una trapunta o al copriletto. In questi casi il letto va preparato ponendo la coperta al di sopra del primo lenzuolo che andrà quindi sistemato insieme alla coperta sotto al materasso, si stendono entrambi per bene fino alla testiera, cercando di lasciare però solo una parte del lenzuolo e della coperta oltre i cuscini.

Infatti per coprire i cuscini, è necessario che il risvolto di coperta e lenzuolo sia fatto in modo da arrivare a poco meno di metà cuscino: in questo modo si potrà coprire tranquillamente il cuscino e si cercherà di incastrare lenzuolo e coperta ai lati della testiera. Lo stesso procedimento va seguito se al posto della coperta si decide di mettere il solo copriletto in funzione di coperta.

Altrimenti va poggiato semplicemente sul letto, senza essere bloccato in nessun angolo ma solo al di sotto dei cuscini, così che possa cadere morbido lungo i lati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *