Come organizzare il giardino per il pranzo

Sono tanti gli usi che si possono fare degli ambienti esterni della casa, uno di questi riguarda i pasti. Esistono, infatti, degli arredi giardini pensati per mangiare all’area aperta, ossia i tavoli da pranzo per esterni, corredati con le rispettive sedie. Diverse le forme, i materiali, i colori e le dimensioni di questi elementi dell’arredamento del giardino e/o della terrazza.

arredi giardini

I tavoli in rattan e legno

Come anticipato, sono diversi i materiali con cui vengono realizzati i tavoli da pranzo per l’esterno. Tra i più moderni e di design, spiccano i modelli in rattan sintetico. Questo materiale è composto da fibre sintetiche intrecciate, molto resistenti all’acqua e agli altri agenti atmosferici. Inoltre, gli arredi giardini in polyrattan richiedono una minima manutenzione periodica, a differenza di altri materiali per esterni; ciò significa che, una volta acquistato un mobile in rattan sintetico, esso durerà a lungo senza la necessità di interventi di manutenzione, tranne i doverosi lavaggi. Questi robusti ed eleganti tavoli in polyrattan possono avere diversi stili e colori, tra cui i più gettonati sono il naturale beige, il bianco e il nero. Generalmente, le sedie coordinate sono dotate di cuscini, dalle tinte più o meno personalizzabili, in base alla disponibilità del punto vendita o del produttore.

Molto diffusi sono pure i tavoli in legno massello, facilmente adattabili ai vari stili di arredamento. Il legno è un ottimo materiale, ma deve essere debitamente trattato per affrontare l’azione delle intemperie. Con esso, tuttavia, si possono fare anche tavoli molto lunghi, contenendo i costi. Anche in questo caso, è consigliabili abbinare dei cuscini per rendere più comoda la seduta.

 

I tavoli in metallo

I tavoli da pranzo per esterni possono essere realizzati anche in metallo, per la precisione in alluminio o acciaio; in entrambi i casi, le leghe usate dovrebbero essere pure e le superficie trattate in modo specifico per l’esterno. Questi arredi giardini hanno un taglio moderno e, talvolta, minimale, da ammorbidire e decorare con gli indispensabili cuscini; senza cuscineria, la seduta sul metallo potrebbe rivelarsi piuttosto scomoda. Per realizzare questi tavoli, l’acciaio e l’alluminio vengono, solitamente, verniciati, anche con colori particolari; diffusi sono il bianco e il nero, ma si trovano pure tavolinetti dai colori pastello, magari non tavoli da pranzo veri e propri, ma piccole soluzioni a due posti. I prezzi per questi materiali sono più contenuti rispetto ad altri, ma la resa estetica può essere inferiore rispetto, soprattutto, al rattan sintetico con cui si possono realizzare veri e propri arredi di design.

Qualunque sia il materiale scelto, in assenza di un pergolato o di un portico, sarebbe opportuno completare l’area del pranzo con un ampio ombrellone che protegga dal sole durante i pasti. I modelli più atti allo scopo sono quelli grandi con palo centrale o quelli decentrati; nel primo caso, occorre comprare un tavolo fornito dell’apposito foro per fare passare il palo di sostegno dell’ombrellone; il modello decentrato, invece, è più versatile in quanto dotato di una base stabile da cui parte la struttura di sostegno della copertura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *