Come avere una casa ordinata e organizzata

Anche la casa più piccola necessita di essere organizzata e ordinata. Ognuno possiede tante cose e queste cose devono trovare il loro posto all’interno dell’abitazione. Per quanto sia un territorio più privato, anche la zona notte ha bisogno di essere organizzata con criterio, così come i locali di disimpegno.

L'ordine in camera da letto

L’angolo privato della casa: la camera da letto

Ciò che crea più problemi nel riordino della camera da letto è l’organizzazione dell’abbigliamento e degli accessori. Non basta avere armadi e cabine armadio, occorre anche sistemarli al meglio, usando gli strumenti giusti.

Gli accessori principali sono le stampelle, con due bracci per appendere giacche, camicie e maglie, a triangolo per appendere anche pantaloni e gonne, a clip per gonne e pantaloni.

Per appendere questi ultimi, ci sono anche i porta pantaloni. Molto utili agli uomini i portacravatte, per tenere le cravatte bene in ordine. Nell’armadio si possono anche appendere dei portaoggetti per cinture, guanti e foulard.

Nei cassetti, invece, si possono inserire dei divisori in tessuto, in plastica o in legno; qui si possono riporre cravatte, biancheria o accessori d’abbigliamento.

Potrebbero essere d’aiuto anche dei divisori per scaffali, che evitano che le maglie si ammassino disordinatamente sui ripiani. Dal gusto un po’ retrò ma pur sempre utili, i portacappelli di varie forme.

Davvero importanti le soluzioni per riporre le scarpe. Le più diffuse sono le scarpiere con ante chiuse, ma si trovano anche rastrelliere e soluzioni verticali in stoffa da appendere al bastone dell’armadio.

Oltre agli accessori per mettere in ordine, esistono degli strumenti per usare al meglio il guardaroba e i suoi accessori, come il bastone appendiabiti, il saliscendi per bastone, i sacchetti sottovuoto e l’illuminazione interna al guardaroba.

Casa in ordine anche nei locali di disimpegno

In alcune case ci sono dei locali di disimpegno come gli sgabuzzini, in cui vengono riposti attrezzi e accessori per la pulizia. Anche qui c’è bisogno di ordine e organizzazione, sarebbe, quindi, fruttuoso inserire dei sistemi componibili di scaffalature, occupando le pareti dello sgabuzzino e lasciando spazio per entrare e muoversi.

Un po’ più ingombranti ma comunque comodi, gli armadi da ingresso o da sgabuzzino, come i porta scope.

In mancanza di spazio sufficiente, si possono attaccare dei chiodi a cui appendere sacchi contenitori; alcuni oggetti, come palette e scope, possono essere appesi direttamente ai chiodi.

Questo è un modo per sfruttare lo spazio verticale degli sgabuzzini, soprattutto, se sono angusti. Problemi può creare anche il riporre gli attrezzi e l’oggettistica varia.

Le cassette porta-attrezzi sono la soluzione pensata appositamente per gli attrezzi; mentre per gli oggetti generici, si possono sfruttare le scatole di varie dimensioni e materiali. In alternativa, si possono usare gli scatoloni degli elettrodomestici acquistati. In entrambi i casi, sarebbe opportuno etichettare i contenitori per identificare immediatamente cosa contengono.

Infine, bisogna riporre con cura la biancheria e gli altri tessili, posseduti in grandi quantità.

Molto funzionali e capienti sono i letti contenitore per conservare lenzuola e coperte, e i divani contenitore per cuscini e plaid. Una funzione simile è svolta dai cassettoni mobili o estraibili, che si possono inserire sotto il letto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *