Come arredare gli spazi di un monolocale

Arredare un monolocale vuol dire arredare in modo da poter svolgere tutte le funzioni principali nonostante lo spazio ristretto.

spazi monoocale

Piccole idee per arredare un monolocale

Per cominciare all’ingresso si potrebbe posizionare una libreria, non molto grande, che può servire per appoggiare anche oggetti ornamentali, chiavi, ecc. La scelta di un pavimento in legno può far ottenere un gioco di colori e texture: mettere insieme  un divano in pelle verde con un tappeto persiano ottenendo delle tonalità vivaci ma rilassanti.

La zona giorno potrebbe contenere un divano con letto estraibile, un televisore, per chi pensa è amante delle serate romantiche, un  piccolo caminetto.

Quanto all’angolo cottura deve essere funzionale ma non ingombrante e, di fronte, un tavolo piccolo che si allunga per gli ospiti, fino ad ospitare otto persone, e altri piccoli comfort come: il lavabo, il forno, o la lavastoviglie.

Per dare un tocco più estroso al vostro angolo cottura osate con delle sedie con gambe a slitta che ricordano le forme degli anni settanta che, con materiali in metallo cromato, doneranno quel tocco un pò vintage.

Altra possibilità sarebbe quella di creare una cucina a scomparsa, completa di tutto, che con un sistema ad ante si chiudono come un armadio. Sono ideali per gli appartamenti piccoli ma soprattutto per l’angolo cottura in soggiorno. In base alla posizione degli impianti è possibile variare la disposizione dei moduli interni.

Molteplici aziende propongono alcune composizioni che consentono, in poco più di due metri, di disporre di un lavello, angolo cottura, frigo, base contenitori e pensili.

Le ante, a libro scorrevole, generalmente vengono fissate a un binario inserito nella struttura e devono essere resistenti e leggere.

Lo spazio riservato al bagno si potrebbe creare dividento lo spazio con una porta scorrevolte  che può fungere da parete decorata. Nel bagno troviamo ovviamente una doccia, magari di quelle accessoriate, che non occupano spazio.

La zona bagno deve essere luminosa di giorno e quindi si potrebbe ricavare, magari, con una finestrella a vetro opaco per ricavare la luce dal soggiorno.

La zona giorno nasce intorno al “cuore” della casa e per dare un sensazione di accoglienza e calore si potrebbe applicare della “broserie” sulle pareti.

A tal proposito un arredamento in legno sarebbe la scelta giusta, permettendo di creare anche degli armadi a muro, in cui  possibili spazi possono essere usati.

Ovviamente, arredare i piccoli spazi non è semplice e sarebbe opportuno rivolgersi ad un esperto del settore o ad un falegname di fiducia.

Un’altra idea che potrebbe essere molto utile, sarebbe quella di creare una specie di botola, che si apre come un ripostiglio, per contenere ciò che mettiamo via.

Optare per un arredamento trasformabile, consente di offrire un aspetto versatile a seconda degli usi e dei momenti della giornata. Una zona living si potrebbe trasformare, così, in zona notte garantendo al salotto un aspetto elegante, vivibile dagli ospiti quando necessario.

La zona notte invece prevede: o un letto su un soppalco, ovviamente soltanto se il soffitto è abbastanza alto, o un letto a muro, oppure un divano letto di dimensioni ridotte allo spazio.

affianco al divano, ci potrebbe andare un piccolo scrittoio: così da creare un angolo per pc o studio, che può servire da comodino o come una superficie dove appoggiare temporaneamente libri chiavi ecc., di sera essendo affianco al vostro letto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *