Come apparecchiare la tavola a Natale

Quando si pensa al Natale, la prima immagine che sovviene è quella dei pranzi e delle cene a cui si andrà incontro. Oltre a rappresentare una buona occasione per rivedere parenti e amici lontani, pranzi e cene costituiscono anche il momento in cui la tavola diventa assoluta protagonista. Saperla apparecchiarla in maniera consona per il Natale, renderà più piacevole consumare il pasto e rallegrerà l’atmosfera tra gli ospiti. Ecco alcuni suggerimenti per creare una tavola di Natale “ad hoc”.

Tavola di Natale

Come comportarsi a tavola il giorno di Natale

In aiuto di chi non conosce molto bene tutte le regole basilari per imbandire una tavola natalizia, accorre il galateo, che indica quali elementi usare e come posizionarli nel modo migliore.

Per esempio, a seconda del menù che sarà servito, bisogna scegliere e disporre le posate e i bicchieri: se infatti saranno serviti sia carne che pesce, andranno aggiunte alle posate normali quali apposite per il pesce, oppure se in tavola sono presenti due diversi tipi di vino, come un bianco e un rosso, bisognerà aggiungere dei bicchieri in più.

Lo stesso vale se a fine pasto sono previsti degli amari o dei liquori digestivi. Questi pochi accorgimenti fanno intendere come, alla base dell’allestimento di una qualsiasi tavola, ci siano dei determinati e semplici criteri da seguire.

Per quanto riguarda le “posate”, quelle che si usano per prime vanno poste alle estremità del piatto, e accompagnate da qualche accorgimento.

Quelle infatti che vanno usate con la mano destra, quali il coltello e il cucchiaio, devono essere sistemate alla destra del piatto, mentre quelle usate dalla mano sinistra, come la forchetta, vanno messe a sinistra. Forchette e cucchiai devono inoltre sempre essere rivolti verso l’alto, mentre il coltello deve avere la lama girata verso l’interno.

Ci sono poi le posatine da dessert, che siano cucchiaini o forchettine, che andranno messe davanti al piatto.

Per quanto riguarda il discorso “piatti”, per tutte le portate si userà il piatto piano, mentre quello fondo sarà destinato esclusivamente a servire minestre, zuppe o brodo.

Alla sinistra del piatto piano va disposto il piattino per il pane, il formaggio o il burro, mentre alla destra saranno disposti i bicchieri. Bisogna ricordare che quest’ultimi vanno presentati nell’ordine di due o tre, uno per l’acqua, un altro per il vino rosso e il terzo per il vino bianco.

Per apparecchiare la tavola viene di solito usata una tovaglia di color bianco, ma nel caso specifico, si può usare tranquillamente una a tema natalizio. Lo stesso vale per i sottopiatti, che in ogni caso è bene che non siano troppo eccessivi. Non vanno dimenticati i segnaposto e il centrotavola.

Su una tavola di Natale è bene non esagerare con le decorazioni: non bisogna riempire la tavola di ornamenti come se fosse l’albero, altrimenti le varie pietanze non troverebbero oggettivamente posto. Bisogna cercare di apparecchiare senza cadere negli eccessi, quindi in modo semplice e sobrio.

Se si cerca di mantenere certi canoni, la tavola oltre che accogliente per gli invitati, risulterà anche elegante e raffinata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *