Allestimenti interni green

Quando si pensa agli allestimenti interni, la mente vola immediatamente a mobili e suppellettili di ogni tipo. In realtà, è possibile decorare e riempire un ambiente anche semplicemente con delle piante che, tra le altre cose, aiutano anche a migliorare la vivibilità della casa. Vediamo come.

Allestimenti interni: le piante che purificano l’aria

A discapito di quanto si possa pensare, ci sono piante che – grazie alle loro caratteristiche – migliorano la qualità dell’aria in un’abitazione, riuscendo in questo senso ad assorbire delle sostanze volatili nocive presenti in casa.  Ma quali sono queste sostanze?  Per citarne solo alcune possiamo parlare del fumo delle sigarette, ma anche delle particelle chimiche che si diffondono nell’aria dopo l’uso di detersivi spray.

Non solo: altre sostanze dannose si disperdono nell’aria a causa del detersivo con cui si lavano i piatti o della candeggina e degli altri solventi che si utilizzano per pulire e profumare la casa. In tutti questi casi, è possibile eliminare queste sostanze tossiche con alcune piante che ne favoriscono un rapido assorbimento.

allestimenti interni green

Durante i mesi freddi dell’anno, poi, le sostanze tossiche presenti in casa tendono ad aumentare anche perché le finestre rimangono chiuse a lungo a causa del freddo esterno, favorendo in tal senso l’accumulo di aria cattiva. Tra le sostanze tossiche più diffuse che possono essere presenti in un’abitazione c’è l’anidride carbonica, il benzolo e il tricloroetilene. Queste sostanze, mescolate con polvere, agenti chimici e altri vapori inalati dai termosifoni di casa, possono rendere l’aria  un vero e proprio killer per la salute degli abitanti, provocando problemi di respirazione, ma anche mal di gola, dolori di testa e bruciore degli occhi.

Ad ogni sostanza tossica la sua pianta

Prima di scegliere le piante per gli allestimenti interni, però, è opportuno valutare anche il materiale con cui sono arredati i singoli ambienti. Ad esempio, una casa arredata con mobilia in alluminio sicuramente avrà problemi di Formaldeide, che è appunto una sostanza rilasciata dall’alluminio. Per assorbirla, la pianta più adatta è il Croton. In alternativa, si può optare anche per il Ficus Benjiamin che, oltre ad assorbire, la Formaldeide favorisce anche l’eliminazione del tricloroetilene. Per chi, invece, ha la cattiva abitudine di fumare tra le mura domestiche, l’ideale è prendere una delle tante piante mangiafumo che eliminano sia la presenza di nuvole di fumo ma anche le particelle di benzene che le sigarette rilasciano nell’aria. Tra le mangiafumo più famose ci sono il Potus  e la pianta Gerbere.

Chi invece, soffre in casa i problemi di inquinamento esterni tipici delle grandi città e degli appartementi in centro, può optare per una pianta in grado di assorbire lo smog che, inevitabilmente, attraversa vetri e tapparelle delle case in pieno centro. In questo caso, tra le piante più efficaci c’è la Tillandsia che è un vero e proprio toccasana per l’aria inquinata dai gas di scarico delle auto. In ogni caso, prima di scegliere le piante più adatte alla tua abitazione puoi affidarti al parere degli esperti come quelli di www.rpdesigngroup.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *